Manifestazione della Cub-Trasporti a Fiumicino. La precarietà strangola migliaia di lavoratori in Alitalia ed nel comparto del Trasporto Aereo.
La precarizzazione è una malattia che ha avvelenato la categoria: NESSUNO NE È IMMUNE NEL SETTORE AEREO-AEROPORTUALE-INDOTTO. RASSEGNA STAMPA 

 

RASSEGNA STAMPA (VIDEO INTERVISTA)

 

 

 

 

 

 

MANIFESTAZIONE 28 AGOSTO 2014 - DALLE ORE 10 ALLE ORE 14,00 DAVANTI MENSA CENTRALE – AREA TECNICA AEROPORTO DI FCO (prendi la locandina della manifestazione)

 

UNO SCEMPIO DI CIVILTÀ ED UN OLTRAGGIO ALLA DIGNITÀ
La precarietà, inizialmente “rappresentata” da aziende e sindacati come “la porta di ingresso” al lavoro stabile e sicuro, si è trasformata in una condanna senza fine per un esercito di giovani e meno-giovani lavoratori, costretti per anni a lavorare senza certezze, nella povertà, privati dei più elementari diritti: una condizione con cui si ricattano uomini e donne e che mette in scacco la  categoria.
LA PRECARIZZAZIONE DILAGA: NESSUNO SI SALVA!
Anzi, la precarizzazione ora dilaga e nessuno è più al sicuro. Contagia anche coloro che un tempo pensavano di essere salvi.
Le ristrutturazioni in atto, i licenziamenti di massa dei lavoratori “garantiti”, il taglio dei salari, l’abuso degli ammortizzatori sociali sono gli effetti di una grande manovra di precarizzazione totale del lavoro che mira a espellere dal lavoro i “fissi” per utilizzarli come precari, lasciando senza lavoro e diritti coloro che sono in attesa di una stabilizzazione che deve ormai concretizzarsi.
Con il ricatto del mancato rinnovo dei contratti e dell’assenza di qualsiasi protezione/ammortizzazione, infliggono incertezza, privano di diritti ed impoveriscono intere generazioni di precari mentre incantano i  “fissi” con la cigs/mobilità, la solidarietà e con il FSTA (Fondo Speciale del Trasporto Aereo), ormai trasformato in un vero e proprio anestetico in grado di addormentare la categoria pur di “intervenire”, a spese della collettività, con ristrutturazioni  che producono profitti e ricchezza solo per gli speculatori di turno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 



FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE

E’ ora che decolli una vertenza contro la precarietà e la precarizzazione del lavoro!
E’ inaccettabile che le istituzioni nazionali e locali, la politica e la società civile continuino ad ignorare la piaga della precarietà e della precarizzazione del lavoro ed i danni che si stanno producendo anche in un settore ricco ed in continua espansione come il Trasporto Aereo.
E’ insostenibile che si continui a spendere denaro pubblico e risorse della collettività per garantire profitti ai privati mentre si saccheggia il futuro di un’intera categoria.
E’ insopportabile che cgilcisluilugl e usb + ass. di piloti e aa/vv anche stavolta abbiano accettato di rinnovare il CCNL senza imporre alle controparti datoriali alcun impegno nella stabilizzazione dei precari e contro lo sfruttamento  della categoria.

FERMIAMOLI: UNITI SI VINCE!
LA BATTAGLIA CONTRO LA PRECARIETÀ E LA PRECARIZZAZIONE NON PUÒ ESSERE RINVIATA.
CI HANNO RUBATO SPERANZA E DIGNITÀ: RIAPPROPRIAMOCI DEL NOSTRO FUTURO!

Fiumicino, 20.08.2014 

CUB Trasporti




 

FaceBook