SUGLI ORARI E CHI INVECE PROGRAMMA SCIOPERI!
Venerdì finalmente si terrà incontro con Airport per la chiusura dello scalo di Linate per tre mesi (bridge).

L’azienda in più riprese ha fatto sapere che non ci sono soldi per garantire lo stesso trattamento di Sea spa.
Ricordiamo che in Sea spa i sindacati confederali hanno già sottoscritto un accordo che tra le altre cose prevede deroghe alla legge sugli orari consentendo a Sea il non rispetto dei vincoli di legge. (11 ore tra un turno e l’altro, 24 ore più undici nei giorni di riposo e pause giornaliere), oltre ad aver sottoscritto che fino a fine anno non attueranno fermate con giornate di lotta.
Venerdì la stessa cosa sarà proposta da Airport.
Già ora a poco più di 20 giorni dall’inizio del bridge la situazione sta degenerando, con il mancato rispetto degli orari e della programmazione turni da parte della direzione aziendale, con i soliti sindacati compiacenti che per qualche soldo in più sono disponibili a firmare tutto.
Consapevoli di questa situazione, e della non volontà aziendale ad affrontare i problemi dei lavoratori, come Cub trasporti abbiamo già dichiarato 24 ore di sciopero per venerdì 26 luglio ed intendiamo proclamare altre iniziative di lotta con scioperi anche durante il bridge.
Nessuna pace sociale da parte nostra può andare a chi:
- non rispetta neppure gli impegni presi su un premio di produzione stabile;
- ha chiuso la mensa di Linate;
- continua a non riconoscere a tutti i lavoratori lo stesso trattamento degli ex sea;
- continua le discriminazioni a part-time;
- non riconosce il giusto inquadramento professionale;
- non riconosce a tutti l’indennità per i disagi del bridge.

O SI RISOLVONO I PROBLEMI DEI LAVORATORI O NESSUNA COLLABORAZIONE PUÒ ESSERE CONCESSA A QUESTE DIREZIONI AZIENDALI!

2019-07-03

Cub Trasporti Lombardia
Renzo Canavesi
347-7173746

 

FaceBook