Incontro deludente, al di sotto delle aspettative, il ministro Luigi Di Maio ha fatto un sunto della rassegna stampa delle ultime settimane confermando le proposte arrivate da Toto, Avianca e Claudio Lotito, senza dire una parola sull'eventuale piano industriale.

Unica "certezza" che ha voluto evidenziare è la scadenza del 15 luglio che conferma come dead line per la presentazione dell'offerta vincolante da parte del nuovo consorzio (così lo chiama lui) di cui faranno parte Ferrovie dello Stato Italiane Delta Air Lines Mef e uno, o insieme, tra Toto, Avianca o Lotito o altri che si potranno presentare nei prossimi giorni.
Il Ministro, nel ribadire che gli ammortizzatori sociali sono stati concessi per garantire la continuità di reddito, altrimenti non assicurata, ha dichiarato inoltre che il regime di cassa integrazione sarà prolungato fino a marzo 2020.
Il giro degli interventi delle oo.ss. sono stati tutti molto critici, soprattutto sulla totale mancanza di notizie, nonché sulla richiesta di smentita delle indiscrezioni del piano uscite a mezzo stampa tra cui si annoverano aerei a terra, tagli ed esuberi.
Di Maio non ha limpidamente smentito il piano uscito sulla stampa, anzi in alcuni passaggi lo ha anche avvalorato (riduzione corto raggio); ha aggiunto poi che la smentibilita’ del piano sia intrinseca nella scelta del 4 socio: nessuno accettera’ supinamente un piano pre-confezionato.


Delle varie delegazione solo USB Unione Sindacale Di Base, e la CubTrasporti Fco, con totale convinzione, hanno rilanciato la nazionalizzazione come soluzione.
Di Maio sulla questione si è trincerato dietro limiti imposti da normative europee, rappresentando come lo Stato si sia esposto per il massimo consentito.
Il ministro ha congedato i rappresentanti convocati con la prospettiva di incontrarli subito dopo il 15 luglio, nella speranza che venga presentata la proposta vincolante, da cui poi poter dare inizio ad un confronto generale sul piano stesso.
Nei prossimi giorni verrà valutata la possibilità di aderire, con una nostra piattaforma, ad uno sciopero già indetto da altre oo.ss. del settore per il 26 luglio.
Il prossimo appuntamento sarà alla conferenza su Alitalia prevista per il 10 luglio ore 16.00 presso il Comune di Fiumicino organizzata da Cub, AirCrew Committee e Usb alla presenza di rappresentanti politici ed esperti del settore.

Roma, 4 luglio 2019
Cub Trasporti - AirCrewCommittee
FaceBook