ALITALIA 12.10.2018 PARTE IL CONFRONTO AL MISE TRA IL GOVERNO E OO.SS. PRESIDIO LAVORATORI AZ.

ERA ORA CHE LA VERTENZA ALITALIA APPRODASSE AL MISE

E’ arrivato il momento che il Ministro di Maio ed il Ministro Toninelli sgombrino il campo dalle numerose illazioni giornalistichesul futuro della Compagnia di Bandiera italiana: non è più possibile rinviare decisioni e scelte strategiche sull’assetto proprietario (nazionalizzazione), sugli investimenti, sulle scelte organizzative, sulla gestione commissariale (cambio dei Commissari AZ) sul management AZ (tanti esperti di TLC ma non di T.A.) e sugli organici (esuberi non esistono, la cigs ed il precariato sono piaghe da debellare, peraltro di dubbia legittimità).

La situazione Alitalia è tutt’altro che tranquillizzante: se è vero (...presto dovrà essere verificato!) che in cassa continua ad esserci gran parte dei 900 mln pubblici, è altrettanto vero che l’indebitamento dell’Alitalia è altissimo e che esiste il concreto rischio che l’esposizione debitoria superi addirittura l’intero ammontare del prestito stesso: urge una decisa sterzata per evitare un fragoroso capitombolo che i 7 mesi persi dalle elezioni rischiano di far fare alla Compagnia di Bandiera.

LA CUB TRASPORTI INVITA TUTTI I LAVORATORI A PRESENZIARE GLI INCONTRI A PARTIRE DAL 1° APPUNTAMENTO DEL 12.10.2018 AL MISE: la categoria non può e non deve abbassare la guardia.
Non è il momento di ridursi a passivi spettatori ma urge che i lavoratori siano pronti a sostenere la ristrutturazione ed il rilancio, comunque determinati a respingere qualsiasi tentazione di ridimensionamento e svendita.


DALLE PROMESSE AI FATTI: E’ IL MOMENTO DELLA VERIFICA!


9 ottobre 2018 CUB TRASPORTI - AIRCREWCOMMITTEE

 

 

FaceBook