Dopo una lunghissima assenza, mercoledì 24 luglio le RSA di Cgil Cisl Uil Ugl Sla hanno rotto il loro silenzio per mezzo di un laconico comunicato con il quale ci informano dell'avvenuto rinnovo del contratto aziendale.


Quello che più sconcerta di questa vicenda è l'estrema segretezza con la quale Cgil Cisl Uil Sla Ugl hanno gestito la trattativa: sette mesi di incontri celati da una condotta molto simile a quella della massoneria, che non ha permesso all'insieme delle lavoratrici e lavoratori di condividere i contenuti e di ricevere informazioni sull'evoluzione della trattativa.
Sconcertano anche i dodici giorni di ritardo con il quale è stato annunciato l'accordo. Sconcerta tutta questa fretta di avviare la consultazione, malgrado le tante assenze per ferie.
Vero che queste rappresentanze sindacali non si sono mai contraddistinte per trasparenza e coinvolgimento, ma ciò non basta a spiegare perché le copie dell'accordo non siano state ancora distribuite nei luoghi di lavoro.
Non si capisce neanche come riusciranno a raggiungere la partecipazione al voto della metà degli aventi diritto, condizione necessaria per ritenere valida la consultazione ai sensi del loro stesso regolamento (Testo Unico sulla Rappresentanza).
Dal canto nostro e dal momento che siamo riusciti ad entrare in possesso di una copia dell'accordo (sperando sia completa),
sarà nostra cura darne puntuale distribuzione e a breve a fornire anche le prime nostre valutazioni di merito.

Milano Serravalle, 29/7/2018

trasporti@cub-it

 

    trattativa-segreta-Mi-Serravalle.pdf

FaceBook