Ieri, da prima le società con due distinti accordi tra Ags e Airport e tra Alpina e Airport, e poi in serata con un accordo sindacale con Airport, si è conclusa la procedura per l’applicazione della clausola sociale, dovuta al passaggio delle attività di terra per i vettori Ryanair, Albastar e Ernest, da Ags/Alpina a Airport. (Testo dell'accordo).


Ricordando che la difficoltà principale nella gestione di questa clausola sociale è stata determinata dalle non rispettose applicazione delle regole di legge e contrattuali, da parte di Ags/Alpina, in materia di lavoratori diretti, quote di part-time, subappalto, l’accordo prevede:
Assunzione di tutti i lavoratori di Ags a tempo indeterminato in due scaglioni, il 20 marzo e 9 aprile da parte di Airport.
Assunzione di 23 soci lavoratori di Alpina, per 18 il 9 aprile tramite contratto a tempo indeterminato di Adecco. I rimanenti 5 soci lavoratori di Alpina, assunzione sempre da Adecco entro il 5 maggio.
Garanzia di continuazione lavorativa per i lavoratori attualmente assunti a contratto a termine presso Ags e Alpina/Etjca.
Ora, con la sigla dell’accordo, ci aspetta la rigorosa verifica che quanto detto e sottoscritto sia poi effettivamente praticato, in modo da consentire a tutti i lavoratori interessati di continuare ad operare a Malpensa. Vanno però fatte alcune precisazioni.
Ags/Alpina, con la perdita della totalità dei vettori, ed anche per le continue irregolarità praticate in questi mesi, non deve avere da parte di Enac, la certificazione ad operare sugli scali milanesi.
Airport, con l’acquisizione di questi ulteriori vettori, e con la scappatoia di non avere l’obbligo dell’assunzione diretta di tutti i lavoratori, in quanto non dipendenti diretti di Ags, ha ulteriormente aumentato la quota di lavoratori interinali. Cosa che non può più essere accettata a partire dalla procedura di sciopero da noi attivata nei giorni scorsi.

Controllo contratti e buste paga Ags/Alpina
Ricordiamo a tutti i lavoratori, che per eventuali errori e anomalie su contratti di lavoro e buste paga, all’atto della cessazione dell’attività con Ags/Alpina, non vanno firmate ne rinunce ne liberatorie alle società Ags/Alpina.
Ogni lavoratore ha 5 anni di tempo per chiedere eventuali risarcimenti e errori.
Per le verifiche contattare nostri delegati o la sede.

15 marzo 2018
Cub Trasporti Linate/Malpensa
Renzo Canavesi 347-7173746


 

 

FaceBook