NO ALLA LIBERALIZZAZIONE E PRIVATIZZAZIONE  DEL SERVIZIO DI PUBBLICO TRASPORTO - GRANDE PARTECIPAZIONE DI TRANVIERI E CITTADINI ALLA MANIFESTAZIONE INDETTA DA CUB TRASPORTI e dal COMITATO CITTADINO ATM PUBBLICA (foto)

 

 

per un servizio di trasporto per sempre pubblico e contro la sua privatizzazione e liberalizzazione attraverso le gare d’appalto che il sindaco e la Giunta si apprestano a deliberare e che avrà tragiche conseguenze: aumento dei biglietti, tagli al servizio, peggioramento delle condizioni occupazionali, salariali e lavorative dei tranvieri, nonché lo “spezzatino” aziendale.
Il coloratissimo, rumoroso e animato corteo partito alle 18,00 da P.zza Cordusio ha attraversato il centro città, Piazza Duomo ed è arrivato davanti a Palazzo Marino. Quì sono state consegnate, al Presidente del Consiglio Comunale circa 2500 firme a sostegno dell’istanza (sotto sintetizzata) nella quale si chiede al Sindaco che ATM non sia messa a gara e che sia trasformata in azienda speciale del Comune.
A seguire, gli interventi hanno ribadito che il compito di ATM non è quello di “fare business” in giro per il mondo, ma di fornire un servizio ai cittadini garantendo una mobilità accessibile a tutti, socialmente sostenibile ed ecologica. Le risorse per il TPL devono essere reperite dalla fiscalità generale e gli investimenti attraverso l’erogazione di mutui a tasso agevolato da Cassa Depositi e Prestiti, ad un costo ben inferiore di quello di mercato. La gestione di ATM deve prevedere strumenti di partecipazione dei cittadini e dei Tranvieri, che sanno meglio dei manager quali sono le necessità e gli strumenti per migliorare il servizio sul territorio.
A brevissimo CUB TRASPORTI assieme ai Tranvieri decideranno la data del terzo sciopero di Bus, Tram e Metrò a sostegno della vertenza.

SU ATM DECIDE MILANO.

 MILANO, 12 FEBBRAIO 2018

Confederazione Unitaria di Base Trasporti
Sede Nazionale: V.le Lombardia, 20 Milano - tel. 0270631804 fax 0270602409
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it

***********************************************************************************************************
ISTANZA PER ATM PUBBLICA

Spett.le
Sindaco di Milano e di Città Metropolitana
Giuseppe Sala

L’Azienda dei Trasporti Milanese (ATM) appartiene al 100% al Comune di Milano e quindi a tutte e tutti i milanesi dal 1917.
Rappresenta un bene e una ricchezza che stanno a cuore agli abitanti di questa città e ai lavoratori dell’azienda.
La messa a gara e l’eventuale privatizzazione del servizio pubblico oggi gestito da ATM avvantaggerebbe solo i privati, che più che dell’efficienza e delle esigenze della città, si preoccupano semplicemente di trarre profitti dalla gestione del servizio di trasporti a scapito della collettività, in specie delle fasce più deboli, e delle lavoratrici e lavoratori dell’azienda.
Con questo spirito, nella consapevolezza che nulla osta nella legislazione comunitaria e nazionale (normativa europea: art. 5 comma 2 del Regolamento (CE) n. 1370/2007. Direttiva 2014/23/UE. Sentenza 4599 10/9/14 del Consiglio di Stato) e nel rispetto della volontà espressa da 27 milioni di cittadine e cittadini nel Referendum del 2011 contro la privatizzazione dei servizi pubblici, con questa Istanza chiediamo al Sindaco della città di Milano nonché Sindaco della Città Metropolitana che in occasione della prossima scadenza del contratto di servizio in essere tra Comune e ATM, NON venga indetta alcuna gara, ma si proceda ALL’AFFIDAMENTO DIRETTO “IN HOUSE” ad ATM stessa e si avvii il processo per la sua trasformazione in Azienda Speciale al fine di metterla al riparo da qualsiasi eventuale futuro tentativo di privatizzazione.

Confederazione Unitaria di Base Trasporti
Sede Nazionale: V.le Lombardia, 20 Milano - tel. 0270631804 fax 0270602409
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it


FaceBook