CUB Trasporti proclama una prima azione di sciopero di 30 minuti nei tre turni per tutto il personale addetto alla esazione dei pedaggi del CAS in servizio nelle tratte A-18 (Messina -Catania, Siracusa -Gela) e A-20 (Messina -Palermo) nelle prossime 20 giornate a partire dal giorno 10/11/2017 fino al 29/11/2017, con la sola esclusione degli addetti alla sicurezza, il centro radio e/o il recupero dei mezzi in caso di incidenti.

La scrivente O.S., facendo seguito alle precedenti proclamazioni di stato di agitazione dal 15/12/2016, reiterate via PEC in data 17/02/2017 (tutt’oggi in corso) col medesimo contenuto, che si è ulteriormente aggravato, contesta come tutte le predette richieste di confronto per la concreta trattazione delle questioni protervamente eluse dal CAS, continuano ad essere ignorate dalla concessionaria nonostante le riunioni convocate dalle istituzioni (Prefettura ME, Ispettorato del Lavoro ME, ASP ME ecc.) nel tentativo di ricomposizione della vertenza in corso e durante le quali il CAS ha manifestato "infedelmente" disponibilità ed impegno nella volontà di proseguire le trattazioni in sede aziendale della vertenza ancora aperta dalla CUB Trasporti, (ultimo tra questi:
durante l’incontro presso l’Ispettorato del Lavoro di Messina del 21/06/2017 lo stesso D.G. ing. Pirrone si è impegnato, ancora una volta, di proseguire gli incontri richiesti dalla CUB Trasporti in sede aziendale) impegno che continua ad essere disatteso.

Le circostanze sin qui evidenziate ad oggi si sono ulteriormente aggravate tanto da definirla oramai “ATTENTATO ALLA INCOLUMITÀ DEI PRESTATORI D’OPERA” e ciò nonostante le prescrizioni di ripristino degli stessi ambienti di lavoro da parte dell'ASP di Messina che durante gli accertamenti ispettivi richiesti da questo sindacato con varie denunce circostanziate, ha rilevato delle difformità relative alla sicurezza.

Preso atto della provata arroganza del CAS nel volere necessariamente sfuggire le relazioni sindacali ritenendo tale circostanza, ad essa scomoda, dimostra la propria capacità nel violare impunemente un diritto dei lavoratori costituzionalmente garantito.
La scrivente comunica per
quanto sopra, trascorrrendo infruttuosamente i cinque giorni dalla mancata convocazione
propedeutica al tavolo di confronto per concordare soluzioni ai temi che si reiterano di seguito, mancandone i presupposti la CUB Trasporti proclama una prima azione di sciopero di 30 minuti nei tre turni per tutto il personale addetto alla esazione dei pedaggi del CAS in servizio nelle tratte A-18 (Messina -Catania, Siracusa -Gela) e A-20 (Messina -Palermo) nelle prossime 20 giornate a partire dal giorno 10/11/2017 fino al 29/11/2017, con la sola esclusione degli addetti alla sicurezza, il centro radio e/o il recupero dei mezzi in caso di incidenti.

L’azione di cui trattasi sulla quale osservanza detto personale non è assoggettato alla l. 146/90 così come modificata dalla l. 83/2000 viene fatta pervenire comunque anche alla commissione di garanzia sullo sciopero nei servizi essenziali affinché venga consentito il tempo necessario alla concessionaria CAS di potere predisporre durante l’astensione degli esattori del pedaggio, la permanenza in servizio di una adeguata soglia di personale addetto alla sola manutenzione degli impianti automatizzati di riscossione dei pedaggi, al fine di prevenire eventuali disagi ed i rischi per la sicurezza degli utenti in caso di avaria dei sistemi, nonché il personale addetto alla sicurezza e/o il recupero dei mezzi in caso di incidenti, così come previsto dalla L. 146/90, così come modificata dalla L. 83/2000. (detto personale non è stato utilizzato dal CAS nonostante l'obbligo di precetto notificato dagli organi di Garanzia e Vigilanza già intervenuti)

DI SEGUITO ALCUNE MOTIVAZIONI DI CUI LA VERTENZA E LA DISTRIBUZIONE DELLO SCIOPERO:
1) definizione della dotazione dell'organico nelle stazioni/caselli attraverso il necessario riordino delle presenze previste, condizione urgente è riordino delle qualifiche e le mansioni degli esattori utilizzati negli uffici al fine di rilevare il preciso numero degli ATE in servizio alla esazione dei pedaggi, e le unità effettive necessarie alla copertura di personale su tutte le tratte;
2) trasformazione di tutto il personale ATE da Part-Time in tempo pieno Full-Time e contestuale assunzione del personale stagionale e/o precario a copertura dei turni ove attualmente non viene garantita l'igiene e la sicurezza nella tutela della incolumità fisica del personale causa le palesi inadempienze e le violazioni sulla mancata sicurezza nei posti di lavoro (es. mancanza dei presidi previsti sulla sicurezza durante il lavoro notturno in solitario);
3) cessazione immediata delle turnazioni illegittime o cosiddette (TURNO 9 O SPEZZATO),;
4) cessazione delle disparità di trattamento nelle assegnazioni delle attività (lavoro straordinario ferie, permessi, riposi compensativi, festività ecc.) e le interessate scelte dei preposti spesso assunte causa il loro orientamento politico e/o sindacale;
5) il palese raggiro sull'interpello nei criteri di selezione Punto Blu prot. 131/d.g. del 17/03/2017;
6) immediata revoca delle lettere recentemente recapitate ai lavoratori “art. 18 "aumenti per anzianità" e art. 13 bis "progressione economica di carriera";
7) il cronico ritardo nel pagamento degli stipendi divenuto ormai la regola;
8) l'immediata restituzione dello scippo degli incrementi salariali CCNL immutati dal 2009.

Sciopero: Esazione dalle ore 05:30 alle 06:00 dal 09 Novembre fino al 28 Novembre 2017
" " " " 10:00 alle 10:30 del 10 Novembre fino al 29 Novembre 2017
" " " " 17:30 alle 18:00 del 10 Novembre fino al 29 Novembre 2017

Con la presente si diffida il CAS dall'astenersi dal richiedere informazioni preventive al personale circa l'adesione o meno allo sciopero delle prime 20 giornate di cui sopra al fine di evitare, come accaduto in altre occasioni, di sostituire il personale aderente con la chiamate in servizio di altro personale non in turno/o in riposo/ferie/permesso ecc., raggirando così in maniera illegittima il corretto funzionamento della protesta sindacale; il personale si ricorda, non ha nessun obbligo di comunicare le proprie intenzioni sulla propria adesione allo sciopero, pertanto lo stesso può decidere di astenersi dal servizio anche nello stesso minuto dell'inizio dello sciopero medesimo e senza doverlo necessariamente comunicare.

Messina 14 Ottobre 2017

Per la Segretaria Regionale CUB Trasporti
Francesco Urdì
Per la Segretaria Provinciale CUB Trasporti
Vincenzo Filippino
CUB TRASPORTI MESSINA, VIALE S. MARTINO 261, 98123 MESSINA
TEL. 090.2401784 FAX 06.233298951

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Share this post
FaceBook