… E come già abbiamo detto in altre occasioni: semmai la prossima volta non firmate!!!



Ciao a tutti,
il 19 novembre è stato inviato un comunicato a firma RSU SLC-CGIL Vodafone Pozzuoli dal titolo: “TURNISTICA – FERIE – BUSTA PAGA CHIUSURE COLLETTIVE…”.
Senza valutare tutto il comunicato che troviamo abbastanza inutile, ci sono un paio di punti che proprio non riusciamo a non sottolineare: il primo è l’introduzione che parla della misteriosa “Integrazione”, l’altro è “JUNO E PNR”. Partiamo proprio da quest’ultimo.

Non possiamo esimerci dal fare i complimenti agli autori di questo comunicato, che dovrebbero corrispondere anche agli autori delle firme apposte in calce all’Accordo aziendale del 12 giugno 2018 (insieme a tutte le altre RSU di tutte le sedi e di tutte le sigle, nonché delle stesse segreterie sindacali nazionali) che prevedeva un PNR (quindi una decurtazione dello stipendio) in caso di sforamento delle pause (quindi in orario lavorativo). Riassumendo, quell’Accordo prevede “UNA DECURTAZIONE DELLO STIPENDIO IN ORARIO LAVORATIVO”.
Che questa cosa non si può fare ci sono arrivati con diversi mesi di ritardo non solo dalla loro firma, ma anche dal nostro comunicato del 6 agosto 2019. Riportiamo tutto in modo schematico:

Nell’Accordo Aziendale del 12 giugno 2018, pag. 5 paragrafo “TIMBRATURA IN POSTAZIONE”, troviamo scritto:
“Il superamento dei limiti previsti per la flessibilità (ad inizio turno, SULLA DURATA DELLE PAUSE o sul limite giornaliero di accumulo dei debiti) comporterà la trasformazione dell’eccedenza in permesso non retribuito.”

Nel comunicato (che trovate ancora sulla nostra pagina) di noi LavoratorI

Nsindacati del 6 agosto 2019 dal titolo “VODAFONE: GLI ADDEBITI PER PRESUNTI SFORAMENTI PAUSA SONO ILLEGITTIMI!” leggiamo:
“[…] Infatti, il diritto alla retribuzione è inviolabile! Può essere applicato un PNR (Permesso Non Retribuito) o una “Trattenuta per Assenza” solo nei casi in cui non si è stati a lavoro per il tempo previsto (arrivo in ritardo o vado via prima della fine del turno senza un permesso retribuito, ad esempio). […]”

Nel comunicato RSU SLC-CGIL Vodafone Pozzuoli dal titolo: “TURNISTICA – FERIE – BUSTA PAGA CHIUSURE COLLETTIVE…” del 19 novembre 2019 leggiamo addirittura in grassetto:
VI RICORDIAMO CHE NON PUO’ ESSERE DECURTATO STIPENDIO IN ORARIO LAVORATIVO. Cosa diversa è per ingressi in ritardo o uscite anticipate non autorizzate.”

Ai giovani colleghi che si cimentano a fare le RSU consigliamo di leggere costantemente la nostra Pagina, come avranno notato troveranno sempre cose da imparare e da poter scrivere nei loro comunicati.

L’introduzione al comunicato delle RSU SLC-CGIL Vodafone Pozzuoli è invece enigmatico. Infatti scrivono:
“Vi comunichiamo che in concomitanza con l’emissione del prossimo cedolino di novembre abbiamo pensato utile predisporre uno sportello dove aiutare i colleghi del call center a verificare la busta paga con l'integrazione prevista.”

Ci chiediamo: Quale integrazione? Prevista da chi, da cosa? Perché solo quelli del Call Center? Perché questa integrazione dovrebbe essere di così difficile verifica da necessitare di un aiuto per individuarla? E sarà così difficile da non poterlo neanche spiegare nel comunicato stesso come verificarla?

O è per invitarli nella nuova sede CGIL appena inaugurata? A proposito, auguri! Quando ci sono così tante e meritate risorse economiche, si possono fare tante cose…
Molti si chiederanno di quale integrazione parliamo… ed in realtà ce lo chiediamo anche noi! Ma forse un’idea ce la siamo fatta: Sarà mica di quella voce che gira da mesi..? Che a novembre ci restituiscono dei soldi…? Di cui non si trova traccia in nessuna comunicazione ufficiale aziendale né sindacale…?

Vabbè, a riguardo per ora ci fermiamo qui, semmai ci si rivede dopo il 27 novembre se varrà la pena approfondirla.

FLMU CUB NAPOLI VODAFONE E CALLCENTER - 20 Novembre 2019

 

FaceBook