Da anni sentiamo la stessa litania, anzi è sempre in peggio.
E’ necessario un vero piano industriale
che metta al centro la 
salvaguardia del posto di lavoro.
Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un aumento dei ritmi, l’eliminazione, di fatto, della mensa e l’espulsione di un centinaio di lavoratori.

Ai lavoratori sono stati chiesti sacrifici economici con la perdita mensile di centinaia di euro con la solidarietà ma nulla è migliorato per i dipendenti.
Oggi ci troviamo ancora con l’annuncio di 200 esuberi, giorni in solidarietà e aumento di lavastoviglie da produrre.

I lavoratori devono essere protagonisti del proprio futuro.
Basta scelte aziendali e dei sindacati confederali che prevedono un futuro già vissuto e incerto.
Un ricatto occupazionale perenne 
La FLMUniti –CUB lo ribadisce: vogliamo un lavoro garantito e tutelato per le lavoratrici e i lavoratori Electrolux di Solaro.

La riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, è possibile già da oggi, utilizzando l’innovazione tecnologica a beneficio dei lavoratori.
Salvaguardare la salute riportando la produzione a ritmi di lavoro sopportabili, non siamo delle macchine ma uomini e donne che hanno una dignità.

LE COSE POSSONO CAMBIARE, STA A NOI VOLERLO!

Organizziamo la nostra forza dal basso. Costruiamo l’unità dei lavoratori e
delle lavoratrici per un futuro stabile.

LA LOTTA PAGA!

 F EDERAZIONE L AVORATORI M ETALMECCANICI U NITI
Aderente alla Confederazione Unitaria di Base
20131 Milano V.le Lombardia, 2o Tel. 02/70631804 Fax 02/70602409
www.cub.it e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

       scarica il comunicato in pdf

FaceBook