Un neo assunto che dorme in auto dopo il turno di notte per partecipare ad un corso obbligatorio che inizia poche ore dopo è un fatto vergognoso che lede la dignità dei lavoratori.

Questo episodio non è l'unico ma questa storia dei corsi anche per chi fa il turno notturno deve finire. In questo modo non si rispetta nemmeno il diritto al dovuto riposo sancito per legge.
Dove stiamo andando ? Dove ci stanno portando se anche questi fatti rientrano nella "norma lità" pur di avere un lavoro ?
Pur di avere un lavoro molti di questi giovani accetteranno di essere trasferiti alla Tenaris Dalmine di Arcore perché in ACCIAIERIA a 15 turni risultano essere un esubero.

 

Esuberi che sono stati utili all'azienda quando li ha utilizzati per mansioni superiori alla loro professionalità acquisita per sostituire lavoratori in sciopero sia in ACCIAIERIA che al FAS.
Il titolo Tenaris vola in borsa + 9,7% e aumentano i ricavi netti da 1243 a 1303 milioni di $.
Peccato che a fronte di un incremento dei guadagni dell'azienda per i lavoratori si stiano volatilizzando benefits e una tantum alla faccia della redistribuzione della ricchezza prodotta.
Ai lavoratori rimarrà la flessibilità, 0,85 centesimi netti del contratto nazionale, la possibilità di essere spostati da un reparto all'altro.
Garantiscano la corretta manutenzione e controllo degli impianti perché il primo novembre scorso al reparto FAS si è rischiato di ricevere in testa un tubo da 5 tonnellate dato che un ingranaggio della gru si è usurato anzitempo.
Il diritto , il rispetto, la salvaguardia di un'adeguata condizione umana di vita e di lavoro è tutto messo in discussione grazie alla precarizzazione del lavoro.
Non è questo il futuro che vogliamo. Organizziamoci e lottiamo per cambiare l'attuale stato di cose presenti.

FLMU-CUB Tenaris Dalmine
FEDERAZIONE LAVORATORI METALMECCANICI UNITI
CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE

SEDE PROVINCIALE CUB/SGB: Via della Vittoria 8/G Bergamo. Tel: 0350152865 E mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Pagina Facebook: SGB BERGAMO.

Share this post
FaceBook