megafonoORA I POSTI DI LAVORO DEVONO SALTARE FUORI!
Questa mattina 7 operai della Marcegaglia hanno occupato una palazzinaaziendale in via della Casa 12 a Milano.  A seguito della chiusura dello stabilimento di viale Sarca, si erano rifiutati di accettare la “deportazione” in provincia di Alessandria, a più di cento km di distanza dalle loro case e dalle loro famiglie o di prendere i pochi spiccioli offerti dalla proprietà per incentivarne l’esodo.
A maggio, con ancora 4 mesi di cassa straordinaria davanti, si sono visti recapitare una notifica di trasferimento, con effetto dal 15 giugno, presso lo stabilimento di Pozzolo Formigaro (AL), dato che l’azienda, in due anni (!!), non era stata in grado di ricollocare nessuno di loro negli stabilimenti lombardi di Boltiere, Corsico, Lainate e Lomagna.

Nei due incontri in prefettura tenutisi a giugno, dove anche noi della FlmUniti siamo stati presenti al tavolo della trattativa, è trasparita chiaramente la volontà dell’azienda: non hanno intenzione, né ne hanno mai avuta, di trovare una ricollocazione per i 7 operai. “Colpire” loro, servirà a educare tutti gli altri alla completa sudditanza nei confronti dell’azienda.

Anche se messi di fronte all’evidenza del continuo ricorso allo straordinario e all’esternalizzazione di attività nei quattro stabilimenti lombardi; alle decine di proposte avanzate dagli operai, disposti pure a ridursi l’orario di lavoro; alle perplessità esternate dalla prefettura di fronte all’atteggiamento padronale: la risposta è stata sempre no.
Ai 7 non è rimasto che mettersi in sciopero ad oltranza e organizzare un’iniziativa clamorosa.
Invitiamo tutti a recarsi al presidio in sostegno degli “occupanti”. Questa sera, dalle 18.30, si terrà un’assemblea aperta a chiunque vorrà portare loro sostegno, sempre in via della Casa 12.
Come FlmUniti esprimiamo la nostra incondizionata solidarietà ai 7 lavoratori: ora i 7 posti di lavoro devono saltare fuori!

Milano, 15 giugno 2016

marcegaglia

Lavoratori in Presidio sede Marcegallia 

 

 

FaceBook