CUB PIEMONTE Sul corteo dei braccianti di Saluzzo del 12 ottobre
La presa di parola spaventa quando non si intende dialogare,
l’intimidazione si presenta quando non si intende affrontare il dialogo..


A seguito del corteo spontaneo tenutosi a Saluzzo domenica 12 ottobre, quando un centinaio di braccianti e solidali prendevano con forza la parola in merito alle difficili condizioni abitative in cui si trovano tutt’ora a vivere, costretti come sono, dopo oltre cinque mesi, ad abitare stretti nelle tende e nei container allestiti nei comuni della provincia di Cuneo


la CUB CUNEO e provincia e la CUB PIEMONTE


esprimono la più convinta solidarietà alla protesta messa in atto, senza scandalizzarsi per le forme espresse dal corteo, senza indietreggiare rispetto alle legittime richieste portate nell’incontro successivo con il sindaco di Saluzzo, convinti della ragionevolezza e dell’importanza della presa di parola da parte di lavoratori a cui viene negato anche il diritto ad esprimersi, presa di parola tesa a migliorare inaccettabili condizioni di vita.

 

Riteniamo che si debba spezzare la situazione che determina la condizione di questi lavoratori e disoccupati che sono ormai in gran parte costretti a spostarsi da una regione all’altra dello stato italiano, avendo come tetto solo una tenda, e condizioni di ingaggio lavorativo quasi sempre come lavoro grigio e spesso come lavoro nero, tutto a vantaggio delle aziende agricole che non versano i contributi dovuti, non rispettano il contratto di categoria e vessano costantemente i lavoratori.


Condanniamo gli atteggiamenti che, arrivando da ambiti istituzionali e non solo, tendono a stigmatizzare i comportamenti di questi lavoratori e disoccupati oltre che a cercare di criminalizzare  il sostegno che a loro viene portato dal Coordinamento Bracciantile Saluzzese.


La CUB PIEMONTE e la CUB CUNEO e provincia sostengono questa lotta e sapranno continuare a farlo, per la dignità delle condizioni abitative, per il rispetto del contatto di categoria e per il reddito dei disoccupati.

CUB PIEMONTE
c.so Marconi 34, Torino
http://www.cubpiemonte.org
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CUB CUNEO e provincia
v. S. Bernardo 3 Verzuolo
http://cubcuneo.blogspot.it/
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

FaceBook