Sabato 18 giugno 2016, presso la “Casa della Cultura” di Milano, si è tenuto il Congresso Nazionale di CUB Trasporti.

L’avvio del congresso è stato ostacolato dall’atteggiamento di alcuni delegati che hanno tentato di impedirne lo svolgimento scatenando una rissa che è stata prontamente sedata.
Si è così proceduto ad eleggere all’unanimità la Presidenza del Congresso e successivamente approvato il regolamento per lo svolgimento del Congresso.
La presidenza ha svolto la funzione di verifica poteri tentando di ricomporre la situazione di Varese che si presentava con 2 liste di 12 nominativi, il tentativo di ricomposizione veniva rifiutato da Renzo Canavesi.
A quel punto la Presidenza, nelle funzioni di verifica poteri, prendeva le seguenti decisioni: accertava il pieno diritto dei delegati eletti dall’assemblea di Latina ed escludeva i delegati di Varese “facenti capo” a Renzo Canavesi perché eletti in un illegittimo congresso convocato nel giro di alcuni minuti, una modalità che contrasta con le norme statutarie per la convocazione del congresso.
A quel punto alcuni delegati abbandonavano i lavori congressuali e si allontanavano. I 27 delegati presenti decidevano di continuare il congresso.
La presidenza da la parola al Segretario Generale uscente Claudio Signore che svolge la relazione introduttiva (vedi allegato).
Successivamente, il congresso, nominava gli organismi dirigenti (Direttivo, Segretario Generale e Segreteria) e con volontà di ricomposizione lasciava dei posti liberi.
Il direttivo nominava Claudio Signore e Antonio Amoroso quali componenti del Coordinamento Nazionale Cub e indicava che nella nomina dei delegati all’assemblea della Cub fossero previsti 10 nominativi per chi aveva abbandonato il congresso.

Milano 20 giugno 2016.

Il Segretario Generale CUB Trasporti
Claudio SIGNORE

FaceBook