Presìdio martedì 5 novembre alle ore 10,00 davanti al Tribunale di Vicenza alla prima udienza a sostegno dai familiari dell’operaio Mariano Bianchin, deceduto a seguito di un grave infortunio sul lavoro.


CUB Vicenza aderisce all’iniziativa promossa dal coordinamento lavoratori Alto Vicentino “Voci Operaie” e partecipa al presidio di martedì 5 novembre alle ore 10,00 davanti al Tribunale di Vicenza in occasione della prima udienza promossa contro la Smev di Bassano del Grappa dai familiari dell’operaio Mariano Bianchin, deceduto a seguito di un grave infortunio sul lavoro.
Sono oltre 600 i morti sul lavoro dall’inizio dell’anno in Italia e mediamente si contano 1 milione di infortuni l'anno: un bollettino di guerra, una “mattanza” quotidiana che non conosce soste.
Le chiamano “le stragi nell’indifferenza”, morti che occupano le notizie di cronaca che spesso vengono dipinte come “tragiche fatalità”.
Le morti sul lavoro non sono mai delle fatalità ma celano sempre delle responsabilità ben precise che spesso rimangono impunite.
Invitiamo i lavoratori e i cittadini a non rimanere indifferenti davanti a queste morti.
Rompiamo il silenzio: le morti sul lavoro, per malattie professionali o ambientali, sono crimini contro l’umanità, dobbiamo fermarle !

Vicenza 5 novembre 2019

CUB – Confederazione Unitaria di Base 
Via Napoli 62 telefono 0444 546725 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/CUB-Pubblico-Impiego

 

 

   

https://www.vicenzapiu.com/



FaceBook