ll Tar del Veneto ha revocato l’ appalto alla società Serenissima Ristorazione che si era aggiudicata dal Comune di Vicenza l'appalto per la fornitura dei pasti alle scuole statali di Vicenza fissando il costo a 0,99 centesimi.


Per i giudici "una cifra così bassa può certamente costituire di per sè ulteriore indice di insostenibilità dell’ offerta, a fronte del quale occorre pertanto un accertamento particolarmente serio e rigoroso da parte della stazione appaltante sull’attendibilità delle giustificazioni rese dalla concorrente”.
Le gare al massimo ribasso vanno abolite. Per mille e un motivo l'internalizzazione dei servizi pubblici appaltati ai privati riveste carattere di urgenza. Cosa mangiano i bambini delle mense scolastiche vicentine? La domanda è lecita, visto il costo di 0,99 centesimi a pasto offerto dalla Serenissima Ristorazione.
Un ribasso eccessivo nell'offerta di gara non ha insospettito il comune di Vicenza che supinamente obbedisce alle regole di mercato e degli appalti al massimo ribasso. Apriamo le cucine pubbliche a gestione diretta! Al Comune di Vicenza ne esiste una delle poche che ancora resistono alla privatizzazione e fornisce pasti di qualità solo ai bimbi e alle lavoratrici dei nidi e scuole comunali. I pasti delle mense scolastiche statali vicentine sono fornite da Serenissima Ristorazione fino ad oggi giorno in cui il TAR ha stabilito diversamente. Il comune di Vicenza ne esce comunque massacrato: possibile che nessuno abbia valutato l'incongruità dell'eccessivo ribasso del costo/pasto in sede di gara?

E' ora di finirla di sottomettere i servizi pubblici a logiche di mercato: i servizi all'infanzia, mense comprese, vanno gestiti in toto dalla pubblica amministrazione !

CUB Vicenza Maria Teresa Turetta


https://www.vicenzapiu.com

http://www.vicenzatoday.it

https://corrieredelveneto.corriere.it

https://www.ilgazzettino.it

 

FaceBook