La Corte di Cassazione, con sentenza n. 16745/19, depositata il 21 giugno, ha stabilito che:

“… la corte territoriale ha indotto il convincimento circa l’esistenza, da parte del sindacato istante, di una continua partecipazione da attività negoziali aziendali, certamente precedute da trattative, idonee a configurare il necessario grado di rappresentatività ai sensi dell’art. 19 della L. n. 300 del 1970, quale risultante a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 231 del 2013……”.
Si tratta di una sentenza importante, in quanto di Cassazione, e – perciò – definitiva, che sancisce l'esercizio dei diritti sindacali FLMU-CUB in TIM; come avvenne nel 2013 nei confronti della FIOM rispetto alla negazione delle rappresentanze sindacali da parte di FCA, di cui la sentenza della Corte Costituzionale:
in particolare il diritto di eleggere propri rappresentanti RSA con prerogative effettive e liberi di agire senza i limiti e i condizionamenti che hanno le RSU.
Nei prossimi mesi dunque procederemo ad eleggere le RSA nei vari territori.

I lavoratori di TIM avranno così dei nuovi rappresentanti alternativi alle Rsu.
Questa sentenza rende giustizia all’azione della CUB, premia la linea che ha tenuto nel non firmare – UNICO SINDACATO IN TIM - l’Accordo sulla Rappresentanza sindacale del gennaio 2014. Pur coscienti che questo – dalle elezioni RSU del 2016 fino ad oggi - ha impedito alla CUB di avere dei rappresentanti sindacali, agibilità quali permessi e assemblee e l’esclusione dai tavoli d’incontro sindacale.
Ovvio che tutto questo “costa” in termini di sacrificio personale e operatività sindacale, ma per noi è meglio sacrificare questi diritti pur di avere la massima libertà d’azione a tutela dei lavoratori senza le possibili limitazioni in termini d’attività (scioperi, cause, comunicati, ecc.), sancite dall'Accordo del gennaio 2014: sanzioni quali la sospensione delle agibilità e multe al sindacato e ai rappresentanti RSU da stabilirsi nel Contratto.
DETERMINANTE PER LA DECISIONE dei Giudici è stato il lavoro degli avv.ti dello studio Conte, e la dimostrazione della consistenza della FLMU-CUB; fondamentale il 
numero dei voti presi alle elezioni sindacali precedenti e il numero degli iscritti:
Perciò invitiamo i lavoratori a sostenerci iscrivendosi e impegnandosi nel fare attività con la CUB che da anni è in prima fila nelle iniziative contro la perdita dei diritti dei lavoratori,senza sottostare a vincoli o ricatti per garantirsi agibilita’ in termini di permessi, ecc..

UNA SENTENZA IMPORTANTE NON SOLO PER I LAVORATORI DI TIM MA PER TUTTI I LAVORATORI, ANCHE ALLA LUCE DELLA RIPRESA DELLA DISCUSSIONE 
PARLAMENTARE SUI PROGETTI DI LEGGE SULLA RAPPRESENTANZA SINDACALE.

Tutelare i nostri diritti senza limiti si può: Organizziamoci con la CUB in ogni città !

4 Luglio 2019
FLMU-CUB Settore Telecomunicazioni


Per informazioni: 331 6019879
Federazione Lavoratori Metalmeccanici Uniti - Confederazione Unitaria di Base
Firenze, Via di Scandicci, 86 tel./fax 055/3200938 email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica il comunicato in pdf

Scarica la sentenza in pdf

FaceBook