Nonostante nello scorso mese di Ottobre ’17 il Tribunale di Busto Arsizio, abbia ORDINATO a Esselunga di cessare la condotta antisindacale, consentendo lo svolgimento delle assemblee sindacali richieste anche singolarmente dai componenti delle RSU, Esselunga ha nuovamente proposto un reclamo al medesimo Tribunale in opposizione alla sentenza che ha accolto il ricorso delle rappresentanti sindacali iscritte alla Flaica Uniti – CUB e assistite dai legali messi a disposizione dalla stessa sigla sindacale.
Nei giorni scorsi, il Collegio dei Giudici chiamati ad esprimersi sul reclamo, ha nuovamente dato ragione alle rappresentanti sindacali. In particolare i Giudici affermano che… “le critiche mosse …” da Esselunga “non colgono nel segno.”
Inoltre, lo stesso Collegio, CONFERMANDO l’ordinanza dello scorso mese di Ottobre, ha messo in evidenza che “…l'avere il datore di lavoro impedito lo svolgimento di assemblee ha determinato la perdita della possibilità di confronto e discussione fra i rappresentanti sindacali e i lavoratori in un preciso momento storico, attività queste che non possono essere recuperate e tantomeno riparate per equivalente economico.”
Ancora una volta è stato bloccato il tentativo padronale di impedire le assemblee sindacali e riportare quindi la democrazia nel luogo di lavoro grazie alla determinazione dimostrata dalle rappresentanti sindacali e dei colleghi che le hanno sostenute!
Ma la lotta non è ancora conclusa. Con la stessa determinazione dobbiamo respingere i continui attacchi padronali e il collaborazionismo di cgil-cisl-uil!
1. NO ALL’ACCORDO DEL 22 GENNAIO 2016 SULLE DOMENICHE!
2. AUMENTO SIGNIFICATIVO DEI SALARI, SALVAGUARDIA DELL’OCCUPAZIONE E RIDUZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO.
3. NO AL LAVORO DOMENICALE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE!
4. ABOLIRE IL JOBS ACT E RIPRISTINO DELL’ART. 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI.
5. IL DIRITTO DI SCIOPERO NON SI TOCCA! RISTABILIAMO LA DEMOCRAZIA NEI LUOGHI DI LAVORO

Varese 21 Gennaio 2018

Flaica Uniti-CUB Varese
– via Pasubio, 8 – Gallarate

Tel 0331/076413 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Share this post
FaceBook