Con la legge di bilancio il Governo ha modificato per l’ennesima volta il meccanismo di rivalutazione delle pensioni. Tutti riceveranno qualche euro in più rispetto alle cifre incassate negli ultimi sette anni però la rivalutazione oltre tre volte il minimo non è piena.



Come si vede dalla tabella con la legge 388 del 2000, la rivalutazione delle pensioni doveva essere al 100% fino a tre volte il minimo ( 1539 €) e poi doveva essere al 75% per gli importi successivi.
Con l’avvento della legge Monti /Fornero, la rivalutazione fu azzerata negli anni 2012 e 2013 per tutti gli importi superiori a tre volte il minimo. A seguito poi della bocciatura della Corte Costituzionale c’era stato il decreto Poletti che aveva rimborsato solo il 40% a coloro che avevano una pensione oltre tre volte il minimo. I governi successivi avevano poi modificato leggermente tali rivalutazioni mantenendole però sempre molto più basse della legge del 2000.
Il nuovo governo ha ulteriormente modificato le rivalutazioni: per i pensionati con gli assegni fino a 1.539 euro lordi (tre volte il minimo), non cambierà nulla. Gli altri riceveranno qualche euro in più rispetto alle cifre incassate negli ultimi sette anni ma ancora sotto la soglia della legge del 2000.
Per il 2019, la legge è entrata in vigore in ritardo e coloro che hanno una pensione superiore a quattro volte il minimo dovranno restituire dei soldi presi in più nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2019 mentre i pensionati che stanno tra 3 e 4 volte il minimo avranno un rimborso.
La Cub ritiene che per recuperare parte del potere d’acquisto, la rivalutazione delle pensioni debba essere piena e pertanto la legge che la riduce deve essere abolita o rimodulata per tutelare la pensione di operai e impiegati.
In questa prospettiva nessun rimborso ora da parte dei pensionati.

Marzo 2019

Confederazione Unitaria di Base
Milano - Viale Lombardia, 20 tel 02.70631804 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it
Legnano: via Cristoforo Colombo 17 tel. 0331-1555336 0331-1546331 fax. 0331-1555358 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     cub-legnano-rivalutazione-pensioni-2019.pdf

 

 

FaceBook