A causa delle misure urgenti contro il corona virus le mobilitazioni previste per mercoledì 26 febbraio vengono sospese.
Lasciamo per il momento da parte le considerazioni sui provvedimenti che sono stati presi e entriamo nel merito delle questioni drammatiche che sta vivendo Sesto San Giovanni.


- Alle decine di sfratti che annualmente vengono eseguiti sul nostro territorio si sono aggiunti più di 40 sfratti voluti dal Sindaco e dell’Assessore D’Amico
- Le misure di sostegno affitto non sono ancora state attivate
- Gli alloggi in assegnazione temporanea non sono stati individuati e il regolamento di assegnazione non è stato ancora concordato con le organizzazioni sindacali
- Gli alloggi in sub affitto previsti dalla normativa regionale non sono stati individuati.

E’ di fronte a questi numeri e alle inadempienze dell’Amministrazione Comunale che abbiamo ottenuto il rinvio a Sesto di tutti gli sfratti fino al mese di aprile.
E’ un primo risultato, ma non è sufficiente.
Ad aprile riorganizzeremo la mobilitazione per ottenere il blocco degli sfratti per almeno un anno e l’istituzione di un tavolo con Prefetto, Comune e Sindacati sul quale definire i tempi e i modi degli sfratti per garantire alle famiglie il passaggio da casa a casa utilizzando tute le risorse che il territorio offre.

UNIONE INQUILINI
Via F.lli Bandiera 200
Sesto San Giovanni

*************************************************************************

COMITATO PER IL DIRITTO ALLA CASA e UNIONE INQUILINI Nord Milano: CHIEDIAMO AL PREFETTO IL BLOCCO DEGLI SFRATTI
Ma, NON E’ VERO CHE I SOLDI NON CI SONO, per pagare il Residence Puccini e c’erano anche quando il Comune ha subito lo sfratto per morosità

- L’emergenza casa a Sesto San Giovanni è drammatica:
- Nel 2020 verranno eseguiti tra i 70 e i 100 sfratti con l’ausilio della Forza Pubblica
- Sono circa 700 le famiglie che hanno presentato una domanda casa
- L’Assessore D’Amico non riconosce l’emergenza abitativa e si disinteressa del problema
- La Giunta vuole sfrattare le 9 famiglie alloggiate nel Residence Puccini
- Lo stesso trattamento è previsto per le 10 famiglie accolte dall’associazione Arca
- L’Amministrazione comunale stessa ha concordato la riduzione dei tempi contrattuali per le famiglie in sub affitto e quindi ha predisposto l’escomio di oltre 20 famiglie
- Il Sindaco, responsabile della salute dei cittadini, lascia che famiglie con minori finiscano in strada senza muovere un dito e bloccando l’operato dei servizi sociali
- I finanziamenti regionali per il contributo affitto non vengono erogati
- Il gruppo di lavoro per l’assegnazione di alloggi temporanei previsto dalla legge regionale non viene convocato
- Gli stanziamenti già resi disponibili per i comuni dalla finanziaria 2020 non vengono utilizzati perché l’Assessore ha altro da fare
Ci sono tutte le premesse per un intervento prefettizio che disponga
- la sospensione per almeno un anno dell’assistenza della Forza Pubblica per l’esecuzione degli sfratti
- l’apprestamento di un tavolo in cui valutare i tempi delle esecuzioni in base alle soluzioni abitative possibili come, nei momenti difficili, fece il Prefetto Troncaqualche anno fa.

E’ QUELLO CHE ABBIAMO CHIESTO PER ISCRITTO AL PREFETTO E CHE ABBIAMO SOLLECITATO IN QUESTRI GIORNI
Di fronte all’irresponsabilità degli amministratori della città, di fronte alle decine e decine di sfratti in esecuzione, di fronte alle centinaia di bambini che rischiano di finire in strada, chiediamo la graduazione degli sfratti e il coinvolgimento dei sindacati casa nella gestione dell’emergenza abitativa.

Sesto San Giovanni 20 02 2020

COMITATO PER IL DIRITTO ALLA CASA
UNIONE INQUILINI Nord Milano

      Diritto-alla-casa-blocco-degli-sfratti-a-Sesto-SG.pdf

 

 BUFALE

 

NON E’ VERO CHE I SOLDI NON CI SONO

per pagare il Residence Puccini e c’erano anche quando il Comune ha subito lo sfratto per morosità

Nel dicembre del 2017 l’Amministrazione Comunale di Sesto con determina dirigenziale stanziava le quote necessarie a coprire i costi dell’alloggio presso il Residence Puccini delle nove famiglie attualmente ancora lì residenti.
Nella convalida di sfratto per morosità contro il Comune ottenuta dalla Immobiliare CZ srl proprietaria del Residence Puccini viene citata la delibera che stanzia il pagamento dell’alloggio da agosto a dicembre 2017 per l’accoglienza delle famiglie.
Sempre nella stessa sentenza si afferma che l’Amministrazione Comunale di Sesto, nonostante la decisione di impegnare la somma dovuta, nonostante l’impegno a liquidare l’importo all’Immobiliare CZ, nonostante i pareri contabili favorevoli, non ha mai provveduto a pagare il dovuto.

ALLORA LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO E DELL’ASSESSORE D’AMICO SONO SOLO PROPAGANDA

Anche l’irresponsabilità dell’Amministrazione Comunale è un motivo per chiedere il blocco degli sfratti e l’apertura di un tavolo presso la Prefettura che decida in quali casi concedere la forza pubblica durante gli sfratti e per verificare quali soluzioni abitative sono state adottate per garantire un alloggio adeguato alle persone senza casa e ai minori in particolare.

Sesto SanGiovanni 21 2 2020

COMITATO PER IL UNIONE INQUILINI
DIRITTO ALLA CASA via F.lli Bandiera 200
Sesto San Giovanni Sesto San Giovanni

FaceBook