Ieri i nostri compagni dell’Unione Inquilini della sede di Matera hanno avuto una sgradita sorpresa: la loro sede era stata scassinata, estranei si erano introdotti nei locali e avevano frugato nei cassetti alla probabile ricerca di documenti, la sede e le sue attrezzature sono state vandalizzate.

Non è la prima volta che la CUB è oggetto di attenzioni di questo genere: nemmeno un mese fa, in prossimità del nostro sciopero nazionale, la sede CUB di Monza ha subito un attentato incendiario.

Appare chiaro come gli stessi soggetti che quotidianamente esercitano violenza attraverso lo sfruttamento e la cancellazione dei diritti non esitano a difendere i propri interessi ricorrendo ad ogni mezzo a loro disposizione, compreso le minacce e l’intimidazione.

Ai nostri compagni colpiti da questo tipo di violenze va tutta la nostra solidarietà, agli autori di questi attacchi contro il diritto di organizzazione e di lotta rispondiamo che non ci piegheremo e che anzi proseguiremo con maggiore forza e determinazione tutte le nostra attività in difesa dei lavoratori, dei pensionati e degli strati più deboli della popolazione

Milano, 12 novembre 2019

Confederazione Unitaria di Base
la segreteria nazionale

Scarica il comunicato in pdf 

 

 

FaceBook