BLOCCO DEGLI SFRATTI - PASSAGGIO DA CASA A CASA - BASTA SPECULAZIOINE IMMOBILIARE - PIU' CASE POPOLARI - NO ALLA CEMENTIFICAZIONE - NO ALLE PRIVATIZZAZIONI (volantino "PERDI IL LAVORO – PERDI LA CASA" 10 OTTOBRE 2016 V° GIORNATA NAZIONALE SFRATTI ZERO)

Il mese di ottobre è il mese della mobilitazione internazionale “Sfratti Zero” promossa dall’Alleanza Internazionale degli Abitanti. Dal 2012 in Italia, su proposta dell’Unione Inquilini–Cub, il 10 ottobre è la Giornata Sfratti Zero.
Si tratta di una giornata nel corso della quale in oltre 50 città ed in contemporanea si svolgono iniziative e mobilitazioni per chiedere che la questione casa sia riconosciuta come una priorità nell’Agenda politica del Governo, delle Regioni e dei Comuni.
I dati relativi alla precarietà abitativa sono terrificanti:
- 80.000 le sentenze di sfratto emesse ogni anno;
- il 90 per cento sono motivate da morosità incolpevole, ovvero per licenziamento, cassa integrazione, spese per la salute, per redditi insufficienti a causa della mancanza dei rinnovi co 700.000 le famiglie collocate nelle graduatorie per una casa popolare, senza alcuna prospettiva;
- 2 miliardi di euro della ex gescal risultano ancora non utilizzati, nonostante che dal 1992 sia stato abolito il versamento della gescal, o utilizzati per altri fini ad esempio per finanziare G8;
- 950.000 gli appartamenti affittati a nero, in particolare a studenti fuorisede ma anche a lavoratori in mobilità o immigrati che producono una mancata dichiarazione per 5 miliardi di euro e una evasione Irpef di 1, 5 miliardi di euro;
- decine di migliaia di lavoratori e pensionati impossibilitati, a causa di licenziamenti, cassa integrazione, spese per la salute, etc, a sostenere l’onere dei mutui si sono visti pignorare la casa.

Perdi il Lavoro – Perdi la Casa
Non è uno slogan ma la condizione in cui i lavoratori e i pensionati sono costretti da un Governo servile nei confronti della rendita immobiliare e della speculazione edilizia, ma anche promotore di politiche liberiste che puntano alla ulteriore precarizzazione del lavoro e alla riduzione dei redditi, tranciando di netto i servizi sociali e sanitari.
Un Governo che non fa mistero di sostenere attivamente il sistema bancario e assicurativo. Un Governo che basa il suo agire sulla eliminazione dei diritti, sulla limitazione della rappresentanza, sull’oppressione sistemica delle lavoratrici e dei lavoratori.
La Casa e il Lavoro sono diritti costituzionali essenziali per garantire livelli di vita decenti e rispettosi delle persone.
E’ necessario riprendere una mobilitazione generale che riaffermi il lavoro e la casa come diritti la Giornata “Sfratti Zero” è nel percorso delle mobilitazioni dell’autunno che la Cub e l’Unione Inquilini intendono promuovere.

1 ottobre 2016

Unione Inquilini/Cub
Confederazione Unitaria di Base  
 

 

 

FaceBook