7252.gifMilano - CUB Sanità: solidali (e non per caso), con la lotta avviata dall'USI all'Ospedale San Raffaele !

 
I vertici del San Raffaele, sono chiamati il 13/03/07 avanti la Magistratura del lavoro, per rispondere di attività antisindacale, chiamati in causa dall'Unione Sindacale Italiana per non aver fornito (dovute) informazioni sui motivi che indurrebbero l'azienda a non assumere in via diretta Infermieri, indirizzandoli viceversa a agenzie che poi, pare li impieghino al… S. Raffaele !
Non conosciamo direttamente i fatti, ma sappiamo come vanno in genere le cose. Al di la dell'esito di causa la storia dall'USI denunciata (gli altri sindacati tacciono ?) non solo è ingiustificabile ma anche economicamente inaccettabile. Infatti pur con il fiume di denaro pubblico che scorre nelle tasche di chi si occupa di sanità e assistenza anziani, (aziende private o ex-pubbliche anche appartenenti a enti ecclesiastici), pagare altri per gestire e/o fornire il personale necessario agli ammalati è anzitutto antieconomico oltre che deleterio per la qualità del servizio (pubblico) svolto.
Un malcostume diffuso, ma i parametri "costi & qualità" sembrano però interessare solo i lavoratori salariati (in via diretta) dalle aziende, gli stessi che si sentono poi dire che il bilancio piange e che i soldi per i giusti Contratti non ci sono e non c'èè né più nemmeno per quelli inadeguati… in corso.
Perché questo andazzo ? Perché "caporalato" e appalti che (è provato) costano ben più che assunzioni dirette, producono però le condizioni ottimali per sfruttare oltre ogni limite il personale anche superando i pessimi Contratti sottoscritti da padroni-cgil-cisl-uil. Il risultato? Lavoratori senza diritti, lavoro "flessibile" e al limite della regolarità o irregolare a volte anche lavoro nero !
Ospedali, case di cura e cliniche, residenze sanitarie anziani, centri diurni disabili, servizi di assistenza domiciliare: dove ci sono lavoratori senza diritti, ammalati e utenti vivono di riflesso sulla loro pelle la medesima condizione !
La lotta al San Raffaele contro la precarietà e la precarizzazione del lavoro è di tutti e per tutti, aumentare l'impegno comune e l'intensità delle lotte del sindacalismo di base in difesa dei diritti di lavoro e dei lavoratori in sanità e in assistenza, nel sociale è anche difendere i diritti di ammalati e utenti

CUB lancia un appello: organizzarsi per generalizzare la lotta nei settori Sanitàri, Assistenziali, Sociali !

Milano, 10 Marzo 2007

FaceBook