Al Presidente della Regione; all'Assessore per la salute; premesso che il Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) ha in concessione le tratte autostradali Messina - Buonfornello (A20) e Messina - Catania, Siracusa - Gela (A18);

il CAS, in forza del proprio Statuto, gode di autonomia gestionale ed economico-finanziaria senza gravare in alcun modo sul bilancio della Regione siciliana;

i poteri decisionali del CAS sono da diverso tempo attribuiti a Commissari straordinari di nomina governativa ed in particolare a dirigenti della Regione siciliana;

il bilancio preventivo e quello consuntivo del CAS sono sottoposti, ai sensi dell'art. 14 dello Statuto dell'Ente de quo, al controllo e all'approvazione l'Assessorato regionale dei lavori pubblici, previo parere dell'Assessorato regionale dell'economia;

alla luce del dettato statutario del CAS e la gestione commissariale ormai divenuta quasi istituzionale, si è realizzato un anomalo meccanismo in forza del quale  irigenti dell'apparato regionale
amministrano l'ente, nella qualità di commissari straordinari, ed altri dirigenti regionali dello stesso apparato, sebbene di un Dipartimento diverso (Ass.to Infrastrutture), controllano l'attivit dei colleghi amministratori;

non sono stati effettuati lavori di manutenzione di gallerie e viadotti nella misura prevista per legge e necessari a rimuovere ogni pericolo per la pubblica incolumit , al punto che due gallerie ad oggi risultano sequestrate dalla magistratura per pericolo di crollo;

il viadotto del Ritiro (A20) è transitabile ad una sola corsia per lo stato di grave vetust e che detta circostanza, secondo il Genio Civile di Messina, rende estremamente vulnerabile, in caso di
evento sismico di moderata intensit , il viadotto de quo;

a causa delle condizioni strutturali del viadotto suddetto è divenuta impossibile l'apertura del nuovo svincolo di Giostra-Annunziata.

considerato che il Presidente Crocetta ha ravvisato gravi anomalie nell'utilizzo delle risorse economiche del CAS a causa dell'affidamento di appalti ad imprese esterne, peraltro alcune di queste segnalate dalla istituzione prefettizia come colluse con ambienti mafiosi;

il Presidente Crocetta ha ravvisato, inoltre, l'assoluto spreco di tali risorse rispetto al servizio di manutenzione - sorveglianza che veniva espletato in house da personale CAS, a costo inferiore;

la Giunta di Governo ha richiesto la rimozione di due dirigenti CAS che appaiono coinvolti;

gli ex commissari del CAS non hanno mai pubblicato i bilanci della Concessionaria;

appare incomprensibile ed inaccettabile che nessuno degli organi competenti si sia interessato a risolvere il problema sopra indicato;

per sapere se sia stato accertato o si intenda accertare se i dirigenti in questione siano gli unici responsabili di tale condotta o se altri dirigenti e/o amministratori vi abbiano in qualche modo concorso con l'adozione di atti e delibere;

lo spostamento delle circa 38 unit di personale CAS addetto al servizio di manutenzione - sorveglianza ad altre mansioni - al fine di legittimare e quindi rendere possibile l'esternalizzazione del servizio medesimo - sia stato effettuato in seguito ad atti di indirizzo del precedente o dell'attuale Commissario straordinario;

vi siano delle ragioni in base alle quali

il Dirigente Generale del Dipartimento Ass.to Infrastrutture e Mobilità , nonostante i numerosi inviti avanzati sia dal Collegio dei Revisori dei Conti del CAS che dai Sindacati della Concessionaria, allo scopo di verificare le gravi irregolarit contabili ed amministrative, non si sia mai attivato in merito;

risulti necessario ricorrere nuovamente all'amministrazione straordinaria affidata al commissario ad acta, in luogo di una ordinaria amministrazione come disposto dallo Statuto del Consorzio del 2013.


(Gli interroganti chiedono risposta scritta con urgenza)
(12 febbraio 2013)

Gruppo Parlamentare
MOVIMENTO 5 STELLE
Firmatari
Cancelleri Giovanni Carlo
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Palmeri Valentina
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Cappello Francesco
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Troisi Sergio
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Ciaccio Giorgio
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Ciancio Gianina
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Zafarana Valentina
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Ferreri Vanessa
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Mangiacavallo Matteo
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Siragusa Salvatore
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Trizzino Giampiero
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Venturino Antonio
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Foti Angela
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó La Rocca Claudia
(MOVIMENTO 5 STELLE).
ÔÇó Zito Stefano
(MOVIMENTO 5 STELLE).
Rubrica
ÔÇó Presidente Regione
ÔÇó Assessore Salute


Share this post
FaceBook