CUB e Renzi

Se volete darci compiti, tornatevene a casa!
8 Ottobre 2014: Controvertice dei diritti.
Iniziative e presidi a Milano -
Roma - Napoli - Bologna - Vicenza
Guarda la GALLERIA FOTOGRAFICA 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

************************************************************

 

X raggiungere il presidio di Milano: MM1 linea ROSSA fermata LOTTO
prendere Viale Paolo Onorato Vigliani
Continuare su Viale Teodorico
a dx imbocca Via Gattamelata

Piazzale Stefano Türr

tempo 10 minuti

 

90-91 fermata  SERRA TRAIANO
TRAM 1 - 14 -19 fermata PIAZZA  FIRENZE

 

***************************************************************


 

Passate le elezioni e le promesse di cambiamento, restano le misure che deprimono l’economia.
Cosa fa l’Europa:

Per la crescita 300 miliardi di euro, in 6 anni e 28 paesi,
Per le banche e le istituzioni finanziarie, tra il 2008 ed il 2010, 4.600 mld.€
Contro la disoccupazione e la povertà invoca i tetti di bilancio ed il Fiscal Kompact

Cub rivendica  investimenti pubblici per tutelare non i debitori ma il lavoro e il reddito con un progetto che riduca l’orario di lavoro, avvii la cura del territorio, il restauro delle città, innovi l’industria, la struttura produttiva e ridefinisca un nuovo  modello di consumi.


L’Europa finora persegue altro, aggrava e non risolve la crisi; se  resta solo mercantile e  non difende  il suo modello sociale, i lavoratori ma il mercato, se non fa fronte comune nella crisi aiutando chi ha meno prendendo da chi ha troppo, se non propone un nuovo modello di sviluppo, tanto vale recuperare la propria autonomia.

Milano ottobre 2014
Confederazione Unitaria di Base
Sede nazionale: Milano: V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804  www.cub.it   -   e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

{besps}2014-10_Presidio_Contro-le-politiche-di-Renzi{/besps}

 

 

{besps}2014-10-08_roma{/besps}

 

 

*******************************************************************************

 

In occasione della conferenza dei capi di stato e di governo sul lavoro, le organizzazioni sindacali e sociali di base presidieranno il vertice per contestare la politica recessiva della UE che impone austerity e rigore finanziario e toglie alle masse popolari, ai lavoratori, ai pensionati ai giovani lavoro, reddito e addirittura speranze nel futuro.

Quella che doveva essere un’Europa solidale e dei popoli è diventata sempre più un’Europa mercantile che subordina le condizioni di vita dei popoli ai debitori, al rigore finanziario, alle esigenze dei padroni e delle banche.

Il presidio assumerà la forma dell’Agorà, un’assemblea popolare per contrastare questa deriva, discutere e rilanciare politiche alternative adeguate ai bisogni attuali degli strati popolari europei.

Sarà dato corpo ai personaggi di riferimento della politica del presidente del Consiglio, alle renzocchie, più note come sue fandonie pinocchiesche, ed anche ai più noti capi di governo Europeo.

Milano 3 ottobre 2014

Cub, Unione Inquilini, Usb, USI-Ati
Sisa, Sial Cobas
Controsemestre polare Aldo dice 26x1
Opposizione Cgil

 

 

 

 

 

 

FaceBook